Le stelle non cadevano più.

24 Nov

Era il 10 agosto, la notte di San Lorenzo, e tutti eravamo sulla spiaggia col naso all’insù ad aspettare le stelle cadenti per esprimere i nostri desideri. Ma non ci fu nessuna stella cadente, la notte passò, tutti ci divertimmo ma nessuno espresse il suo desiderio. Ci riprovammo la notte dopo e quella dopo ancora, ma niente; il cielo era sereno, la Luna era una falce nitida in cielo, ma nessuna di quelle stelle lassù mostrava il minimo interesse a cadere.

Iniziò a diffondersi il panico tra la popolazione, niente stelle cadenti, niente più desideri, niente più felicità. Il mondo doveva essere vicino alla fine, avremmo assistito alla sua distruzione, una lunga notte senza alba si stava abbattendo su di noi. Poi un tale che era stato in viaggio dall’altra parte del mondo ci raccontò quello che aveva visto: quelli che vivevano là avevano costruito dei telescopi potentissimi collegati ad un sistema computerizzato che in pratica vedeva tutte le stelle cadenti ed esprimeva tutti i desideri che le persone avevano lasciato nella memoria del computer. Allora di là tutti vincevano alla lotteria, tutti trovavano l’anima gemella, tutti avevano successo, soldi e qualsiasi altra cosa desiderassero; e noi eravamo senza più stelle cadenti e senza più felicità.

Decidemmo di riunirci, per valutare la situazione, non potevamo arrenderci. Alcuni proposero di organizzare un grande esercito ed andare a conquistare questa macchina infernale e riprenderci tutti i desideri che volevamo; ma capimmo che a loro sarebbe bastato esprimere il desiderio di vincere la guerra, ci avrebbero sconfitti alle prime schermaglie. Qualcun altro pensò di seguire la loro stessa strada: costruire un nostro telescopio ancora più potente che ci permettesse quantomeno di arrivare alle stelle più vicine a noi prima di loro; ma anche questa idea ci vedeva molto svantaggiati, quelli là erano già ad un livello inimmaginabile, grazie alla macchina dei desideri continuavano a progredire a ritmi che per noi sarebbero stati insostenibili. Cosa potevamo fare quindi? Non avremmo più avuto la felicità?

Alla fine decidemmo di lasciar perdere le stelle cadenti e di cercare un altro modo per essere felici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: